ad>

Racconta il tuo Palaronda Trek su Instagram

Pubblica le foto del tuo Trekking utilizzando l'hashtag #palarondatrek e menzionando il nostro profilo @palarondatrek e condividi con noi e i tuoi amici la ta esperienza!

Instagram @palarondatrek

Seguici su Instagram

 

Tesori in quota: i fiori alpini

Tesori in quota: i fiori alpini


Le Pale di San Martino sono uniche non solo per la loro conformazione geologica, e per il minerale che le compone, la dolomia, ma anche per la loro struttura particolare, guglie rocciose che si ergono affilate su pendii erbosi: è l’eredità dell’orogenesi alpina, il procedimento attraverso cui le Alpi – e quindi le Dolomiti – si sono formate.

A lato dei sentieri, tra un sasso e l’altro, o in ciuffi d’erba a strapiombo sulla valle, non è raro incontrare qualche macchia di colore, piccoli fiori che resistono alle intemperie, tesori in punti impervi delle pareti dolomitiche.

È il caso delle Genziane, delle Stelle alpine o dei Rododendri, che con i loro petali vivaci animano il cammino: nonostante solo alcuni, come la Stella alpina, siano protetti, è sempre sconsigliabile raccoglierli, sia perché spesso si trovano in luoghi esposti e pericolosi da raggiungere, sia perché in ogni caso sarebbe un sacrificio “vano”, dato che ritorneremmo a Valle con un fiore appassito, bottino decisamente poco proficuo.

Meglio dunque ammirarle solamente durante il nostro passaggio, e assaggiarne gli aromi in infusi e grappe che li contengono, come nel caso della Genziana, dalle proprietà fitoterapiche digestive e purificanti, un toccasana da degustare in uno dei nostri Rifugi, dopo un buon pranzo tipico o la sera davanti al fuoco della stufa!